Uno due e tre…

Lascio la sponda che avanza dal passo

Uno

Due

Tre

Ed eccoli come soldati

In fila perfetta a due nati

Sono i passi che ci portiamo dietro

Lungo una vita.

Di  quanti ne abbiamo bisogno

per arrivare ad accoglierci finalmente

E dove ci hanno portato

Voluti da noi

Nelle case a legno chiuso

Dietro foglie ad albero

Che riparavano dalla pioggia orizzontale

Quanti passi ancora

Dal nascere ciechi

Al morire dubbiosi?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...