Lupi estivi

Lupi non aspettano altro che dividersi le intenzioni sopra un piano di stelle affogate nel mare calmo di una promessa estiva

Annunci

Io sono drogato voi purtroppo no

Dialogo tra B e G

 

<Passa quella maledetta voglia di farlo!>

 

<Non ci provare, ho faticato tutto il secolo per procurarmi un pò di questa roba…. ormai non ne trovi in giro>

 

<Pensavo fossi amico mio, dai fammela provare, troppo tempo che non mi faccio di quello.. dai non esser tirchio>

 

<Non vedi come sei li? Non ti reggi nemmeno in piedi.. pigro apatico  svogliato, ti trascini dietro i giorni e ogni tua azione. Anche l’anno scorso quando ti sei sposato, ho dovuto ricordarti di baciare la sposa, eri un dannato architetto improvvisato>

 

<Che razza di ingrato! bastardo ed io che ti ho dato il permesso anche di violentare con giudizi affrettati il mio giorno migliore>

 

Lui non prese parte all’estrema unzione di questo farsi con ferocia

G se la prese oltremodo e si rituffò nell’oceano dei giorni passati, quelli identici a domani.

 

B invece si rinchiuse nella sua inutile stanza di cartone

scartò quella piccolissima stagnola e fissò il contenuto con occhi stralunati

Era molto tempo che non trovava un pò di vita con cui farsi

stette molto attento… temeva di sprecarne un pò

 

Si fece come sempre ma stavolta non poteva rimanere come un idiota a guardar la vita passare…

Sentiva una voglia enorme di uscire, costruire mattoni su ponti

percorrere strade

rendersi un dio appena prima di terminare in vigliaccheria

 

Si mise a piangere per un secondo

quando l’effetto finì

B era tornato a farsi vivere addosso….

 

Che fine ha fatto baby puffo? Memorie dalla sin city dei puffi

Ho deciso di non tornare

anche ora che mi lavo via questo sangue dalle mani mi diverto a pensare di aver la pelle rosa come gli umani.

Invece il rosso assume una tonalità strana su questo colore blu.

Ogni giorno è un ticchettio fino all’esplosione

TIC TAC TIC TAC TIC TAC

scandisce le mie fumate a grandi boccate, un doppio rhum che si lascia bere mentre qualche scena passa alla tv.

In attesa della mia prossima vittima

TIC TAC TIC TAC TIC TAC

Scende la nebbia e nel mio fungo privilegiato rispondo a lettere di ammiratori sconvolti

“dove siete spariti?”

“Puffetta si è sposata?”

“gargamella è diventato buono?”

TIC TAC TIC TAC TIC TAC

Ed esplodono tutte queste lettere che dovrebbero esser incenerite da quel bastardo di manager che paghiamo troppo…

Chissà dove è andato.

TIC TAC TIC TAC TIC TAC

Rispondiamo a questo che chiede che fine a fatto gargamella…

“caro rospetto…”, no così non va… non posso…

“Caro puffamico, gargamella è diventato buono..

ed ora vende macchine usate sulla 45esima”…

Quel vecchio scemo…

la produzione gli ha rinnovato il contratto ed era finito a far la drag queen in una sit com di terz’ordine….

poi lo hanno trovato legato mani e piedi sgozzato come un vitello in un parco di perfieria….

era ancora vestito come una puttana del porto…

troppo rossetto disse un poliziotto.

TIC TAC TIC TAC TIC TAC

Esplode anche gargamella…

non ha senso parlar di lui, ma questi marmocchi vogliono il lieto fine, il buonismo tutto blu, ma chi ci ha mai creduto?

Anche i teletubby erano alcolizzati, mi ricordo bene i party di due giorni interi dove si chiamavano escort da mezzo mondo.

Il business marmocchi paga bene, l’ipocrisia anche.

TIC TAC TIC TAC TIC TAC

“caro puffamico

(cristo se odio parlar come un deficente… questioni di immagine dicono…),

La cara puffetta si è sposata con forzuto ed hanno tanti piccoli puffi che puffano puffando”

(Ed ecco vinto il nobel per la cretinaggine).

Quella puffetta è stata lo spasso di tutto il villaggio,

poi sparisce e si scopre dopo qualche anno che è diventata un uomo e gira B-movie di fantascenza.

Forse a lei è andata meglio di tutti noi…

Forzuto si è intossicato da troppe schifezze, proteine, testosterone, cocaina…

non ha saputo fermarsi…

anche dopo essersi sposato con un filippino…

Che schifo di villaggio.

Il villaggio degli ipocriti blu avrebbero dovuto chiamarlo…

Forse l’effetto dei funghi…

TIC TAC TIC TAC TIC TAC

Esplode il villaggio degli ipocriti, con tutti dentro.

Nessun salvifico lieto fine,

nessun perdono per noi figli di una matita,

resi reali da pacchi di soldi per il marmocchio business…

TIC TAC TIC TAC TIC TAC

Dovrei tornare a trovare quei falliti…

ma ho così tante cose da fare….

rispondere a branchi di marmocchi che scopriranno che la vita è come la gramigna,

più tenti di estirparla e più ti sommerge e godermi il mio attico in centro…

qualche puttana ogni tanto e giusto per rompere la monotonia uccidere uno di questi marmocchi quando mi annoio…

del resto tutti tendono a fidarsi di me….

TIC TAC TIC TAC TIC TAC

Esplode il grande puffo

Che fine ha fatto baby puffo?

 

Ciao a tutti puffamici

Firmato Il grande puffo

 

Lei amava lui

Lui amava l’altra

un matrimonio perfetto sarà

Il piedino dell’altra

Lei amerà il cugino dell’altra

La mamma piangerà ora e nei prossimi anni

Passano… giorni

minuti

secondi

Un figlio

Di chi?

E vissero felici e contenti fino a che non si scopriranno tutti i tradimenti