Il deserto bianco

Città fantasma
Dove le case si maledicono
Quando la taiga
Non vede
Ricordano il bene e il male
Delle loro stanze
L’orgoglio e la vergogna di ogni mattone
Giuria scomoda
Qui nemmeno i demoni passano
Temono quel silenzio
Che non riesci a lavare via
Ha in sé tutto il peso
Di favole raccontate male
Per quei bambini ormai adulti
Che non conoscono lieto fine

Annunci

3 pensieri riguardo “Il deserto bianco

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...