Il circo difettoso

Quando il mio odio
Diverrà abbastanza adulto da poter cantare
In solitaria prece
Non lascerò scivolare l’oppio delle parole
Lungo i fianchi di ciò che ho fatto
Non mi sono mai reso conto di quel che ho scritto
Solo ora ne accetto il senso
E inorrodisco nel rivelarmi così tanto innocuo
Per aver solo ripetuto un buon senso stantio
Incapace di ricordare
Incapace di farsi valere
Tra le attese delle mie dita

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...