DeBestializzazione

 

Tasche colme di biglietti lupo
evasione disincantata da occhi chiusi
Come particelle di ferro morbido
senza approdi sicuri
se non la propria divintà
Identità al gusto di miele
vele alte e strappate per non ricucire il passato
identità dal gusto di una scommessa
nascosta nei pugni
come nelle scarpe
Ogni colore ed ogni sapore
diverso da quello che abbiamo dipinto
sui muri di questa prigione di carne
che ci nega la forma più espansa
di un ridere sordo
Aste di confine
e limiti di madreperla
da spezzare come cervi all’assalto
in foreste di latta sporca
qui ricicliamo i sogni
e ne facciamo scarpe nuove
fino a quando non potremo far a meno
delle nostre identità
a pareggiar la follia

Annunci