La matematica delle favole

Il cieco conta le stelle
facendo passi su comete di favole
danza e non sente

ma vede

La scatola vuota
morì di solitudine
quando il vizio prese a riempirla di ricordi
la scelse per la tenerezza
la uccise per noia

La foglia sorrise scivolando sul fiume
correva senza sogni
si tagliò le parole
su una trappola per ombre

Dieci figli senza luce
quattro carboni per pagare il paradiso
e tutti insieme diventano il conto da pagare
ogni volta che ci addormentiamo

gni favola ha un numero pari
da cui dividere il bene e il male
troppo di uno poco del’altro
e nel mezzo esiste il dubbio

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...