Notte d’ebano

Non avrebbe potuto piovere
se solo si fosse accorto di sanguinare
Una diffidenza d’ebano
dove perle infuocate
laceravano la notte in cerca di nulla
Hai un sogno grande come la tua mano
e nessuna vela da spiegare
Notte d’ebano profumato
Bisogna poetare
e il poeta uccide
crea le parole per scivolare nelle lacrime di una speranza
Sorridevi fino a quando non hai permesso l’omicidio
della tua sicurezza
Quando ti sei accorta della lama
non hai più potuto estrarla dall’anima
Ed ora vaghi
tra pensieri dolci
e paure che illuminano la tua pelle
quella stessa pelle che ho navigato
percorso e dominato
capovolto e cibato
E tu riscoprivi di esser viva
Ti ho ingannato
e ti ingannerò ancora
fino a quando
mi permetterai di consumare il tuo amore

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...