L’accusa del muto

Ho forse il viso di un cristo mai risorto?
Dovrei temere le vostre parole,
le vostre ipocrisie
farmi peso delle vostre inutili lacrime che nascono dalla vostra stessa schiavitù?

Non credo di aver ancora tempo per voi
per i vostri sofismi con cui amate la vita
la tristezza vi rende forti
e senza quella non potreste nemmeno aprire gli occhi al sole
Siete coscienti del vostro cadere nella vostra stessa prigione
Quale più stupido nato libero colui che invece si rende schiavo a se stesso?
Colui che si nega il vivere per rimanere in una gabbia di demoni inesistenti?

Siate come goccia e mai come fango
Imparate a distinguere la vostra libertà
poiché ne siete stati avvolti
La temerarietà del vivere
nasce dall’accettare la propria responsabilità di esser liberi
e voi lo negate incatenandovi
Penso di non sopportarvi più
non riuscire più a sopportare il vostro vociare impaurito
sopratutto quando alzate la voce per farvi sentire sopra una massa di fango e ossa rotte

Sarò anche umano
ma sono libero
Sarò anche un animale
ma sono libero
Sarò anche un demonio
ma sono libero
Sarò anche un Dio
ma sono liberò
Sarò anche un angelo
ma sono libero
Sarò anche tutto…
ma sono libero di esser tutto…

E nessuna corte… nessun giudizio celeste o infernale
potrà mai negarmi il diritto ad esser libero….

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...