La tela di carne

Hai un aspetto così lucido
Uno sguardo così affondabile e impaurito..
Un sorriso ostentato e voluto
Una frenesia del divenire così cauta

Ho una rosa di pietra da donare alle tue spire
Una serata di gala in un fondo marino
dove le alghe coronano i sogni di una polena da pirati

Un sogno imbevuto di fiele
Come ovatta su cui appoggiare cristalli e scrigni
Ovatta a cui affidare le mie tele…
Dove mi piace immaginarti distesa
dove le mie ombre seducono la tua pelle…

Dove inganni un pensiero scomparso…
Sono stato un inganno maggiore di questo che viviamo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...