Il giullare di bronzo

Faccio il giullare per comprarmi la morte
Rido incessante senza aver mani per afferrare i tuoi sogni
Capriole sul mio desiderio
per far ridere una corte di bambole rotte
La scena cambia ma il mio incubo ritorna
scende da scalinate di alabastro nero
dove valletti ciechi annunciano la verità
Ti ho protato un dono
ha il sapore dell’acqua che scorre
si inchina a una stanza in rovina
ed è un omicidio senza pari
Ha due maschere dove cullarsi
una per ogni lato dell’amore
Sale al cielo
e l’invidia degli dei ne riflette il luminoso trionfo
Non guardarmi mentre il mio trucco cessa di vivere
Potresti non trovarmi divertente
piango per una figlia andata
ed una moglie perversa
Rapite dal mondo che sussurra
all’orecchio delle tue paure
Sali anche tu
fino al banchetto dei potenti
Troverai da ridere per ogni tuo umore
Io rimarrò qui
nelle cucine
dove una donna
troppo grassa per non esser bella
rimpiange con me la vita altrui

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...